Airpack

1965 - per la prima volta in Europa compare un imballaggio del tutto nuovo: nasce in Italia il Film di Polietilene a Bolle d’Aria. Una piccola azienda di lavorazione delle materie plastiche a Lodi, riesce a produrre un film di Polietilene a cellule pneumatiche per l’imballaggio.

1978 - il nuovo imballaggio trova immediato riscontro sul Mercato e la Società trasferisce la sede in spazi più ampi, assumendo una dimensione industriale e manageriale adeguata ai nuovi fatturati.

1980 - perseguendo la strategia di sviluppare un importante polo industriale a Lodi, vengono incorporate due realtà concorrenziali in procinto di decollare con il nuovo prodotto. Nasce l’Airpack spa.

1985 - grazie all’innovazione tecnologica dell’estrusione in linea, aggiungendo alla produzione della Bolla d’Aria anche la produzione dell’innovativo Film di Polietilene Espanso, l’Airpack spa diventa una Società leader nel suo settore, con stabilimenti anche in Sud Italia e Francia.

1988 - l’Airpack spa entra nel Gruppo Olandese BT (Burman Tetterode) specializzato nel Protective Packaging, con stabilimenti in vari paesi europei.

2005 - la globalizzazione dei mercati porta questo Gruppo Olandese nella galassia di importanti Società multinazionali, come la Pregis Holding Europe, di nazionalità statunitense, presente  in tutta Europa. Il polo produttivo lodigiano diventa Pregis Italia spa

2012 - si compie  la svolta storica più interessante: la Pregis Holding Europe cede ad una cordata d’investitori italiani il pieno controllo dell’Unità lodigiana.

Si ricostituisce così l’Airpack spa, con capitale interamente italiano, un fatturato di 20 milioni di Euro e 68 dipendenti.

2014 - l’Airpack spa perfeziona l’acquisizione della stessa Pregis Holding Europe, dalla Capogruppo statunitense Pregis Corporation, assumendo la posizione di Capogruppo di una realtà composta  da 7 Stabilimenti produttivi, 115 milioni di fatturato, 900 dipendenti e facendo proprio il più rinomato marchio Jiffy .

2016 - con l’obiettivo di estendere la leadership europea, l’Airpack spa  incorpora la TAP Telion.Air.Pac GmbH con stabilimenti in Germania nel Protective Packaging, raggiungendo quindi un Fatturato Consolidato di 130 milioni di Euro.